Critico Modesto

Nato nel 1990 sulla sponda giusta dell’Adda, sviluppa una precoce passione per la lettura che col tempo si fa inversamente proporzionale alle diottrie a disposizione. Al liceo scientifico si scopre vulnerabile di fronte a matematica e fisica, quindi si butta su una lingua spigolosa, l’olandese, in un’università peculiare quasi tutta al femminile – all’inizio, un paradiso; alla lunga, un inferno. Armato di laurea specialistica in traduzione letteraria, oltre che di buona volontà e cinismo, si lancia a capofitto nella giungla della disoccupazione, uscendone in qualche modo a inizio 2015. Al momento difende con i denti il suo posto all’ufficio commerciale dell’Ambasciata del Belgio. Nel tempo libero impreca contro Trenord, si traveste da runner e si trastulla con la batteria. Ma soprattutto impreca contro Trenord.

Per Blonk ha pubblicato con gli altri scrittori *abbastanza* creativi il “Manuale di scrittura *abbastanza* creativa” ed è autore del blog del #CriticoModesto